Eventi e manifestazioni

11-02-2019 Avviso - Fondo unico borse di studio D.Lgs. 63/2017. Trasmissione DGR n. 50/2019. Indicazioni operative per l'individuazione dei beneficiari delle borse di studio - anno scolastico 2018/2019


Il Decreto Legislativo 13 aprile 2017, n. 63 ha istituito il "Fondo unico per il welfare dello studente e per il diritto allo studio" per l'erogazione di borse di studio a favore degli studenti iscritti alle Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado al fine di contrastare il fenomeno della dispersione scolastica.
Allo scopo di finanziare le suddette borse di studio il D.M. n. 686/2018 assegna alla Regione Lazio per l'anno scolastico 2018/19 l'importo complessivo di euro 3.203.615,90. Il medesimo Decreto stabilisce, inoltre, che è compito delle Regioni determinare l'importo della singola borsa di studio ed il livello di ISEE per poter accedere al beneficio.
Le borse di studio saranno erogate dal MIUR sulla base degli elenchi dei beneficiari che le Regioni dovranno trasmettere entro il prossimo 30 marzo 2019 mediante caricamento nell'apposito sistema informatico.
Al fine di fare fronte al suddetto adempimento la Regione Lazio ha adottato la deliberazione n. 50 del 5 febbraio 2019 con cui affida ai Comuni, in quanto enti di prossimità in grado di raggiungere più facilmente l'utenza, la raccolta delle domande di accesso alla borsa di studio degli studenti residenti nel proprio territorio.
I Comuni, pertanto, dovranno pubblicizzare il più possibile l'iniziativa ed attivarsi per la raccolta delle domande delle famiglie economicamente svantaggiate residenti nel proprio territorio.
Potranno accede al beneficio gli studenti residenti nel Comune che frequentano le scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie e appartengono a nuclei familiari con un livello ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) non superiore a euro 10.700,00 desunto dall'ultima attestazione ISEE in corso di validità.
Una volta raccolte le domande i Comuni dovranno provvedere alla valutazione formale della loro ammissibilità in base ai requisiti previsti dalla DGR n. 50/2019 e sopra richiamati. All'esito di tale valutazione i Comuni dovranno compilare il modulo allegato alla presente nota indicando per ciascuno studente richiedente nome, cognome, codice fiscale, data di nascita, codice meccanografico dell'autonomia scolastica di riferimento e ISEE.
Il modulo dovrà essere restituito in modalità operatore riservato ed esclusivamente in formato excel lavorabile entro e non oltre l'8 marzo 2019 al seguente indirizzo pec programmazione.istruzione@regione.lazio.legalmail.it.
Si sottolinea che nel rispetto della vigente normativa in materia di privacy (Regolamento UE 2016/679) non dovrà essere trasmessa all'Amministrazione regionale nessuna documentazione relativa all'ISEE oltre al dato inserito nel modulo.
E' necessario precisare, infatti, che nel corso delle procedure di raccolta e trasmissione dei dati relativi agli studenti beneficiari i Comuni agiranno in qualità di "Responsabili del trattamento dei dati", in conformità all'art. 28, comma 2 Regolamento UE 2016/679.
Si chiede ai Comuni di prestare grande attenzione alla correttezza dei dati inseriti nel modulo poichè anche il minimo errore di trascrizione impedisce il riconoscimento e l'accettazione del nominativo del beneficiario nel sistema informatico del MIUR con la conseguente perdita della borsa di studio.
La Direzione Regionale Formazione, Ricerca e Innovazione, Scuola e Università, Diritto allo studio provvederà ad adottare un'unica graduatoria regionale in ordine crescente di ISEE, riconoscendo la precedenza allo studente più giovane d'età in caso di parità di ISEE. L'importo della singola borsa di studio ammonta ad euro 200,00 rideterminabile in rapporto al numero totale dei richiedenti e alle risorse finanziarie disponibili nel limite massimo di euro 500,00 come previsto dalle disposizioni ministeriali.
In considerazione dei vincoli finanziari derivanti dal budget assegnato alla Regione e delle scadenze temporali imposte dal MIUR le domande che perverranno dopo l'8 marzo 2019 a graduatoria approvata non potranno essere in alcun modo prese in considerazione..

Download Avviso (Pdf - 491 Kb)

Per info e CHIARIMENTI:
Download Chiarimenti (Pdf - 302 Kb)


04-02-2019 Elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all'Italia da parte dei cittadini dell'Unione Europea residenti in Italia



15-01-2019 Calendario 2019


Al sottostante link è possibile effettuare il download del Calendario 2019.

Download Calendario 2019 (Pdf - 5,96 Mb)


10-05-2012 Nuove regole per le iscrizioni anagrafiche

Il 9 maggio 2012 è entrata in vigore la nuova disciplina che introduce il “cambio di residenza in tempo reale” (art. 5 D.L. 9 febbraio 2012, n. 5, convertito in legge 4 aprile 2012, n. 35).
I cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche, utilizzando esclusivamente i moduli conformi a quelli pubblicati sul sito internet del Ministero dell’interno e sul sito istituzionale del Comune di Onano, con una delle seguenti modalità:
• allo sportello anagrafe del Comune di Onano
• per posta (le istruzioni ministeriali indicano la raccomandata),
• per fax
• per via telematica.
La presentazione della dichiarazione anagrafica per via telematica deve essere fatta secondo una delle seguenti modalità:
a) la dichiarazione deve essere sottoscritta con firma digitale;
b) l'autore deve essere identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d’identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o in ogni caso con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
c) la dichiarazione deve essere trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del richiedente.
d) la copia della dichiarazione recante la firma autografa del richiedente e la copia del documento d’identità del richiedente devono essere acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.


Alla dichiarazione deve SEMPRE essere allegata copia del documento d'identità o di riconoscimento del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente.
Tutti i maggiorenni che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente devono anche sottoscrivere il modulo di dichiarazione anagrafica.
In mancanza, deve essere conferita specifica procura a chi presenta la dichiarazione ai sensi dell’art. 38 comma 3-bis dpr. 445/2000 allegando fotocopia del documento di riconoscimento (non va autenticata dal notaio).

La dichiarazione, per essere considerata ricevibile, deve contenere necessariamente tutti i dati obbligatori previsti nell'apposito modulo e contrassegnati da * .

ATTENZIONE !
I cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea dovranno obbligatoriamente allegare alla dichiarazione anagrafica i documenti comprovanti la regolarità del soggiorno indicati nell’Allegato A
I cittadini di Stati appartenenti all’Unione europea dovranno obbligatoriamente allegare alla dichiarazione anagrafica i documenti comprovanti il possesso dei requisiti previsti dal d.lgs. n. 30/2007 e indicati nell’Allegato B

In caso di trasmissione con modalità diverse dalla presentazione diretta allo sportello anagrafe, si invita a prestare la massima cura nella compilazione del modulo, onde evitare che la dichiarazione venga considerata non ricevibile, secondo quanto disposto dal Ministero dell’interno (Circ. n. 9 del 27.4.2012).
Si precisa, inoltre, nell’interesse del dichiarante, che nella dichiarazione anagrafica, da rendersi, lo si ribadisce, su moduli conformi a quelli pubblicati sul sito internet del Ministero dell’interno e sul sito istituzionale del Comune di Onano, l’indirizzo di abitazione dovrà essere specificato in maniera precisa e completa, con l’indicazione del numero civico esatto, del piano e dell’interno.

Si comunica, inoltre che, la decorrenza giuridica del cambio di residenza decorre dalla data di presentazione della dichiarazione e che entro i due giorni lavorativi successivi il richiedente sarà iscritto in anagrafe e potrà ottenere il certificato di residenza e lo stato di famiglia, limitatamente alle informazioni “documentate”.
Nel caso iscrizione anagrafica con provenienza da altro comune, entro gli ulteriori e successivi 2 giorni lavorativi il comune di provenienza dovrà provvedere alla cancellazione ed entro 5 giorni alla verifica dei dati forniti dal dichiarante.
Da quel momento potranno essere rilasciate tutte le normali certificazioni destinate a soggetti PRIVATI.
Il Comune che riceve la dichiarazione anagrafica, entro 45 giorni dalla dichiarazione, procede all’accertamento dei requisiti cui è subordinata l’iscrizione anagrafica (prima tra tutti l'effettiva dimora abituale).
Trascorso tale termine senza che siano pervenute al cittadino comunicazioni negative, quanto dichiarato si considera conforme alla situazione di fatto (silenzio-assenso, art. 20 legge 241/1990).
In caso di accertamento negativo, e/o accertata mancanza dei requisiti il procedimento verrà annullato, l'interessato sarà cancellato dall'anagrafe con effetto retroattivo e sarà denunciato alle competenti autorità, per le responsabilità penali per dichiarazioni mendaci, ai sensi degli articoli 75 e 76 del D.P.R. 445/2000.

Modulistica:
Dichiarazione di residenza
Dichiarazione di residenza - Allegato A
Dichiarazione di residenza - Allegato B
Dichiarazione di trasferimento di residenza all'estero
Procura per rappresentanza per presentazione istanze

Tutte le comunicazioni e le dichiarazioni anagrafiche relative al comune di Onano dovranno essere trasmesse ad uno dei seguenti indirizzi:


PRESENTAZIONE DIRETTA ALLO SPORTELLO
Ufficio Servizi Demografici - Anagrafe - Responsabile Bragioni Attilio
01010 ONANO (VT) Piazza Monaldeschi n. 1
Dal lunedi al sabato dalle 9,00 alle 13,00 Tel. 0763 78021-9

INDIRIZZO POSTALE
Comune di Onano – Servizi Demografici – Ufficio Anagrafe
Piazza Monaldeschi n. 1 - 01010 ONANO (VT)

FAX:
0763 78391

E-MAIL semplice:
anagrafe@comune.onano.vt.it

POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA:
comuneonano@postecert.it